Crea sito

FENICI

Fenici

Una stretta fascia di terra sulle sponde del Mediterraneo che corrisponde all'odierno Libano, era abitata sino dal 3.000 a. C. dai Fenici, di razza semita.
Le loro città-stato (Biblo, Tiro, Sidone) erano troppo deboli politicamente, sicchè furono di volta in volta sotto il controllo degli Egizi, degli Assiro-Babilonesi e di due popoli d'origine indo-europea stanziati sull'altopiano anatolico: gli Ittiti e gli Urriti, molto spesso in lotta tra loro.
I Fenici ebbero una grande importanza nel mondo asiatico perchè furono audaci navigatori, grandi industriali e abilissimi mercanti.
Essi fabbricavano soprattutto tessuti colorati con una bella tinta purpurea, oreficerie e oggetti in vetro, e a quanto pare furono proprio loro a scoprire la fabbricazione del vetro.
Per aumentare i loro commerci, essi si spinsero con le loro navi anche nell'Atlantico, e fondarono numerose città lungo le coste del Mediterraneo: Cartagine, Leptis, Cadice, Malga, Marsiglia, Cagliari, Palermo e altre ancora, che furono assai fiorenti anche al tempo dei Greci e dei Romani.
I Fenici dotati di un grande senso pratico, inventarono il nostro alfabeto, cioè un sistema di scrittura molto più semplice e più comodo di quelli usati sino allora.

Sostieni Storia Antica e Moderna donando un libero contributo.

Salvo preventiva autorizzazione scritta, è vietata la riproduzione, anche parziale e con qualsiasi mezzo, dei suddetti testi o materiale